Meraviglie della flora Vallesana

Tragopogon dubius Scop.

Tragopogon dubius Scop.

Nel mese di giugno 2019 un gruppo affiatato è partito per un’avventura botanica nel Vallese centrale, alla scoperta della vegetazione tipica del clima continentale arido: le condizioni climatiche estreme favoriscono la buona crescita di specie caratteristiche e rare. Durante i tre giorni siamo stati accompagnati da Stipa pennata aggr. e Festuca valesiaca aggr..

Il primo giorno siamo partiti dal villaggio di Ausserberg e ci siamo incamminati alla scoperta del paesaggio circostante soffermandoci ad ammirare gli edifici tipicamente Walser, come ad esempio le antiche torbe, alcune delle quali ancora utilizzate. Abbiamo poi proseguito l’escursione immergendoci nell’osservazione di Astragalus exscapus L., Oxytropis pilosa (L.) DC. , Oxytropis halleri ssp. velutina (Schur) O. Schwarz, Euphorbia seguieriana Neck, Lactuca perennis L., Artemisia absinthium L., Tragopogon dubius Scop., Linaria angustissima (Loisel.) Re. e Koeleria macrantha (Ledeb.) Schult. Tra le erbe tossiche presenti abbiamo ammirato diversi individui di Hyoscyamus niger L.

La pioggia del secondo giorno ci ha imposto un cambiamento di programma e siamo partiti a piedi lungo il magnifico sentiero culturale in direzione di St. German. A bordo strada il nostro occhio è stato catturato da tante specie per noi ticinesi poco frequenti. Tra queste abbiamo fotografato Orobanche artemisiae-campestris Gaudin, Scorzonera austriaca Willd., Filago arvensis L., Fumana procumbens (Dunal) Gren. & Godr. e Anchusa arvensis (L.) M. Bieb.. Salendo sulla collina di Heidnischbiel ci siamo immersi nella vegetazione che cresce in uno dei luoghi più secchi della Svizzera. Lo testimoniano specie come Artemisia vallesiaca All., Poa perconcinna J. R. Edm., Koeleria vallesiana, Allium sphaerocephalon L..

Al rientro c’è stata anche la possibilità di costeggiare le “bisses”, i caratteristici canali di irrigazione che si estendono per chilometri allo scopo di fornire acqua ai terreni altrimenti non coltivabili. Lungo il percorso abbiamo avuto la fortuna di imbatterci in un individuo di Limodorum abortivum (L.) Sw. con fiori in piena antesi e dei gruppi di Campanula glomerata L.

L’ultimo giorno ci ha visti scoprire il versante di Leukerfeld con le sue praterie termofile aride e i laghetti che si trovano nella parte pianeggiante in cui nidificano i variopinti gruccioni. Tra le numerose specie incontrate citiamo Cotinus coggygria Scop., Colutea arborescens L., Telephium imperati L. e Berteroa incana (L.) DC. Durante il pomeriggio invece abbiamo dovuto rinunciare a malincuore al proseguimento dell’escursione, vista la forte pioggia: insomma il Vallese non è poi così arido come si pensa!

 

Autrici: Laura Torriani e Silvana Soldini

Foto: Michele Jurietti

Onosma helvetica (A. DC.) Boiss.

Onosma helvetica (A. DC.) Boiss.

Adonis aestivalis L.

Adonis aestivalis L.

Hyoscyamus niger L.

Hyoscyamus niger L.